GEMELLATI CON YACHT CLUB PORTO ROTONDO

1946

E… ancora una volta con i remi in acqua!

L’11 gennaio vennero tenute le prime elezioni; dopo la lettura della situazione finanziaria: attivo L. 5.650; passivo L. 38.435; resi­duo passivo L. 32.803, il consiglio direttivo venne così composto: presidente: aw. Giovanni Schierano; vice presidente, dott. Ugo Car- penedo; segretario, signor Giovanni Mandrino; economo, signor Carlo Spinoglio; consiglieri, signori Piero Leone, Giovanni Beltrame, Ottavio Rossi.

Venne stabilito un fondo associativo di L. 1.000 per i soci fondatori, e L. 500 per gli ordinari; la quota annua in ragione di L. 500 da versarsi in due rate da L. 250 cadauna. Il 14 aprile, un gruppo di amici, si formava in società, intenzionati a costruire una nuova sala da ballo, senza l’impegno finanziario della Canottieri. Il 21 maggio, il direttivo richiedeva i danni di guerra; per San Pietro, nel cortile, venne montato un ballo a palchetto (costo affitto ballo L. 15.000, fuochi artificiali L. 40.000; entrata alle danze: matinée L. 50, serata L. 100, dame L. 20… disavanzo della festa L. 10.000). Gara di bocce sul prato, la Chivasso-Casale entusiastica; (appena ini­ziata la discesa del Cavagnà, una imponente scritta sul muro del lun­go Po «Canottieri Casale» dava il bentornato ai nostri navigatori… era costata ben 1.000 lire). 29 giugno, gara sociale su navet Canottieri-Barbesino-Canottieri vin­ta dalla coppia E. Argellini, Piero Leone (medaglia d’oro). Il 26 luglio, furono sistemati negli spogliatoi 12 stipetti per 36 nuovi soci. Nasceva in quel mese la Hogac, presidente il signor Pizzigoni, l’Hoc- key si riprendeva con Domenichini vincitore della corsa indetta dalla Gazzetta dello Sport, la squadra casalese vinse 3 tornei volanti contro Vercelli, Novara, Saves Alessandria con la formazione F. Ubertis, P. Bensì, F. Drogo, P. Domenichini, F. Gismondi, D. Favero, E. Garga­no, Canova. Tornò agli allori l’Accademia di Scherma Marchino con i signori Mantello, Marchino, Deamicis, Negri, F. Cavalli, G. Bobba, P. Leo­ne, R. Ciocchetti. Anche il Tiro a Volo ebbe la sua notorietà. I tiratori: Alzona, vincito­ re di numerose gare (3 San Remo, 2 Saint Vincent), A. Castagnoni. G. Martinotti, G. Venier, P. Bensi, S. Ghena, P. Ferraris, G.C- Patrucco, Genovesio; parecchie competizioni notturne furono disputate nella nostra Società in anni successivi con ottimi premi. Rinasceva in quell’anno, per la passione dei nostri due consoci i si­ gnori Ronca ed Ettore Morano, il Tamburello (sferisterio… la piazza Castello). Infine, la tanto discussa sala da ballo fu terminata:… la Music-Hall soci che a loro rischio, per tre anni, la ebbero in concessione, seppero darle tono, distinzione e modernità; furono i signori C. Spinoglio F Cavalli, E. Berardi, P. Busto, Zavattaro, Cabiati Decio, Bertiglia Gagliardini, Fioretta.

Translate »